de fr it

Necker

Fam. ginevrina, ancora oggi esistente, originaria del Brandeburgo. Charles-Frédéric (1686-1762), avvocato a Küstrin (oggi Kostrzyn nad Odrą, Polonia), si stabilì a Ginevra per fondarvi un ist. di educazione. Nel 1725 fu nominato professore di diritto pubblico all'Acc.; l'anno seguente gli fu concesso gratuitamente il diritto di cittadinanza. Nel 1734 divenne membro del Consiglio dei Duecento. Numerosi suoi discendenti si sono distinti in ambito intellettuale o scientifico, come il figlio Louis (->), la nuora Suzanne (->), l'abiatica Germaine de Staël, Albertine (->), Jacques (->) e Louis-Albert (->). Suo figlio Jacques (->) fu il celebre ministro delle finanze di Luigi XVI. Non furono molti i N. attivi nella politica locale; vanno comunque menz. Charles-Frédéric e Frédéric (1838-1911), deputato al Gran Consiglio ginevrino (1864-72, 1874-76 e 1878-80) e sindaco di Satigny (1865-82 e 1894-1902). Il castello di Coppet fu acquistato nel 1784 da Jacques e in seguito occupato da sua figlia Germaine de Staël e dai discendenti di quest'ultima (la fam. d'Haussonville lo aprì al pubblico nel 1948). I discendenti di Louis possiedono una tenuta importante a Satigny.

Riferimenti bibliografici

  • Galiffe, Notices généal., 2, 611
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 2, 393-395; 6, 447 sg.
  • A. Chaffanjon, Madame de Staël et sa descendance, 1969
  • J.-D. Bredin, Une singulière famille: Jacques Necker, Suzanne Necker et Germaine de Staël, 1999
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

de Senarclens, Jean: "Necker", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 27.07.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025543/2010-07-27/, consultato il 23.11.2020.