de fr it

dePesmes

Fam. nobile originaria della Franca Contea, cittadina di Ginevra (1379), di Neuchâtel (1707) e di Orbe (1715). A Ginevra numerosi esponenti della fam. figurarono tra i commercianti più ricchi della città, divennero syndic (XV sec.) e membri dei Consigli (XV-XVI sec.). I de P. strinsero alleanze matrimoniali con diverse fam. nobili della Savoia (d'Allinges, de Charansonnex, Champion, de Montmayeur) e di Berna (von Diesbach). Fu infatti in parte grazie all'intervento della fam. von Diesbach che Perceval, scudiero del vescovo di Ginevra, condannato a morte per alto tradimento nel 1535, fu graziato. Con la morte di Jacques (1530), signore di Brandis nel 1482, il ramo cadetto si estinse a Ginevra in linea maschile. La linea dei de P. di Brandis è l'unica ad aver acquisito la cittadinanza di Berna. Il ramo più antico si insediò nel Paese di Vaud con André (1568-1609), che grazie al matrimonio con Elisabeth d'Allinges entrò in possesso della signoria di Saint-Saphorin-sur-Morges. La fam. si estinse definitivamente in linea maschile nel 1737, con il figlio omonimo di François-Louis (->).

Riferimenti bibliografici

  • Galiffe, Notices généal., 3, 395-401
  • Recueil de généalogies vaudoises, 3, 1950, 5-15
  • E.-L. Dumont, Armorial genevois, 1961, 336 sg.