de fr it

Romilly

Fam. originaria di Gien-sur-Loire (Orléanais), stabilitasi a Ginevra all'inizio del XVII sec. Il suo capostipite fu Paul, conciatore, figlio di Guillaume. Nato a Gien-sur-Loire, acquisì la cittadinanza di Ginevra nel 1627. François (1764) fu membro del Comitato dei Quaranta, del Comitato provvisorio di sicurezza (1792), dell'Assemblea nazionale (1793), del Comitato di amministrazione e del Comitato legislativo (1794); Amélie Munier fu attiva come pittrice ritrattista. Jean (->), orologiaio e amico di Jean-Jacques Rousseau, come pure suo figlio Jean-Edme (1739-1779), pastore rif., furono autori di articoli per l'Encyclopédie di Diderot e d'Alembert. La fam. annoverò numerosi orefici e incisori. I R. si estinsero nel XX sec.

Riferimenti bibliografici

  • Recueil généalogique suisse, 3, 1918, 309-333

Suggerimento di citazione

Barrelet, Jacques: "Romilly", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.11.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025558/2010-11-15/, consultato il 18.04.2021.