de fr it

SarasinGE

Fam. ginevrina, originaria di Saint-Aubin-en-Charollais (Borgogna), senza legami di parentela con l'omonima fam. cittadina di Basilea. I S. giunsero a Ginevra con la prima ondata di rifugiati per fede. Philibert (->), medico, ottenne lo statuto di habitant nel 1551 e la cittadinanza nel 1555. Suo figlio Jean-Antoine (->) si distinse pure in campo medico, al pari di due suoi figli, Philibert (1577-1632), capostipite della linea dei S. de La Pierre, e Jacques (1594-1663), che si trasferirono a Parigi e furono medici e consiglieri di Luigi XIII. La fam. si articolò in diversi rami. Samuel (1597-1659), altro figlio di Jean-Antoine, diede vita a quello di Francoforte sul Meno, che si estinse con Georges-Abraham (1791-1871). Il ramo dei S. de La Pierre nel 1615 si stabilì nel castello omonimo (oggi com. Régnié-Durette, Beaujolais) e tornò al cattolicesimo; l'ultimo discendente fu Louis-Philippe-Joseph (1696-1770 ca.). Jean (->), anch'egli figlio di Jean-Antoine, fu il capostipite del ramo più importante della fam., quello rimasto a Ginevra, che annoverò numerosi banchieri, giuristi, eruditi e pastori rif. Alcuni esponenti di questa linea ricoprirono regolarmente cariche pubbliche: nel XVII e XVIII sec. 28 S. fecero parte del Consiglio dei Duecento, altri furono uditori, syndics (Jean, ->) e primi syndics (François, 1732-1803). Nel XIX e XX sec. la fam. contò tra le proprie file diversi deputati al Consiglio rappresentativo e poi al Gran Consiglio ginevrino, tra cui Charles (1806-1876), Georges (1827-1891) ed Edouard (->). Jean (->) ed Edouard (1808-1882) furono membri del Consiglio di Stato. I S. strinsero legami matrimoniali con importanti fam. ginevrine (Rigaud, Turrettini, Lullin, Gallatin, Favre e Rilliet).

Riferimenti bibliografici

  • Fondi presso AEG
  • Galiffe, Notices généal., 2, 479-511
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 2, 474-479; 6, 632-635
  • Livre du Recteur, 5, 460-469
  • J. Vincent, «Généalogie Sarrazin, Sarasin», in Généalogie en Bourgogne, 1997, n. 8, 4-11