de fr it

Viollier

Fam. ginevrina, originaria di Manglieu (Alvernia), suddivisa in due rami ancora esistenti all'inizio del XXI sec. Il capostipite fu Laurent (1531-1588), coltellinaio, rifugiato ugonotto a Ginevra nel 1572. I suoi figli Abraham (1573-1650) e Pierre (1579-1630) divennero cittadini di Ginevra nel 1612. A metà del XVI sec. i V. si specializzarono nell'orologeria e nell'incisione, poi, nel XVIII sec., nel commercio di panni e nell'attività bancaria. Nel XIX sec. diversi esponenti della fam. ebbero un ruolo politico importante, come Jean-Pierre (->), suo figlio Jean-Louis (->) e Jean-Antoine (->). Altri si distinsero in ambito artistico: Gabriel (1750-1829) e François (1753-1814) furono ritrattisti alla corte di Russia, Auguste (->) divenne un noto caricaturista. Louis (1852-1931), architetto, restaurò la cattedrale di S. Pietro a Ginevra.

Riferimenti bibliografici

  • B. Viollier, Les Viollier, 2 voll., 1995