de fr it

Jean-RobertArgand

18.7.1768 Ginevra, 13.8.1822 Parigi, rif., di Ginevra. Figlio di Jacques, gioielliere, ammiratore di Rousseau, e di Eve Carnac. (1795) Françoise-Dorothée Blanc, figlia di Jean, di Losanna. Acceso sostenitore delle idee rivoluzionarie, nel 1792 fu segr. del Comitato dei Quaranta, direttorio degli Egaliseurs, guadagnandosi il soprannome di A.-Rousseau. Dal dicembre del 1792 fece parte del Comitato provvisorio di amministrazione, che presiedette nel maggio del 1793. Giudice del tribunale rivoluzionario, nel 1794 fu eletto nel Comitato legislativo, ma poco dopo lasciò Ginevra. Risiedette prima a Sèvres (F) e poi a Parigi, dove svolse l'attività di libraio, pubblicando nel 1806 un Essai sur une manière de représenter les quantités imaginaires dans les constructions géométriques, che dedicò ai cittadini del mondo. Quest'opera, di stampo fortemente innovatore, gli procurò notorietà a partire dal 1814 e fu ristampata nel 1874.

Riferimenti bibliografici

  • J. Trembley (a cura di), Les savants genevois dans l'Europe intellectuelle du XVII e au milieu du XIXe siècle, 1988, 381
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.7.1768 ✝︎ 13.8.1822