de fr it

JeanBandières

non prima del 1528, già anziano nel 1525, di Ginevra. Figlio di Etienne, carpentiere originario del Pays de Gex (F), cittadino di Ginevra dal 1449. 1) una du Prat; 2) Madeleine Nergaz, figlia di Etienne, carpentiere, vedova di Raymond Testu; 3) una Jeanne. Nel dicembre del 1525, alcuni giorni dopo la partenza da Ginevra di Carlo III di Savoia, che si era autoproclamato protettore della città con la minaccia delle armi, B. si presentò nella sala del Piccolo Consiglio a capo di un centinaio di cittadini. Fervente sostenitore degli Eidguenots, B. difese la causa dei capi del partito che si erano rifugiati a Friburgo, fra i quali figurava anche suo figlio Ami (->). Grazie al suo intervento gli Eidguenots poterono tornare a Ginevra e riprendere il potere; nel febbraio del 1526 fu concluso un trattato di comborghesia fra Ginevra, Friburgo e Berna. Nel 1527 e nel 1528 B. fu membro del Piccolo Consiglio.

Riferimenti bibliografici

  • J.-A. Gautier, L'histoire de Genève des origines à l'année 1691, 2, 1896, 222-224