de fr it

GaleazzoCaracciolo

gennaio 1517 Napoli, 7.5.1586 Ginevra, catt., poi rif., di Napoli e Ginevra (dal 1555). Figlio di Colantonio, marchese di Vico dal 1531, e di Giulia della Lagonessa, sorella di papa Paolo IV. 1) Vittoria Carafa, figlia di Ottaviano, duca di Nocera (da cui divorziò nel 1558); 2) Anne de Framery, vedova, rifugiata, di Rouen. Marchese di Vico. Venne educato per servire alla corte dell'Imperatore e diventò gentiluomo di bocca di Carlo V. Convinto dai sermoni dell'eretico Pietro Martire Vermigli, aderì alla Riforma e nel 1551 si rifugiò a Ginevra. Fu vicino a Calvino e ricoprì importanti funzioni in seno alla Chiesa it. di Ginevra. Fece parte del Concistoro (1558), del Consiglio dei Duecento e del Consiglio dei Sessanta (1559).

Riferimenti bibliografici

  • B. Croce, Vite di avventure, di fede e di passione, 1936
  • DBI, 19, 363-367
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Tripet, Micheline: "Caracciolo, Galeazzo", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.08.2003(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025645/2003-08-08/, consultato il 15.01.2021.