de fr it

Laurent deNormandie

ca. 1510 Noyon (Piccardia), 14.8.1569 Ginevra, catt., poi prot., di Noyon, habitant (1549) e poi dal 1555 cittadino di Ginevra. Figlio di Jean, signore di La Motte, e di Jaqueline Moreau. 1) Anne de La Vaquerie, figlia di Eloi, nobile; 2) Anne Colladon, figlia di Léon, avvocato. Dottore in diritto a Orléans, fu referendario e luogotenente del re di Francia, segr. del delfino e sindaco di Noyon. Nel 1548 si rifugiò a Ginevra per motivi religiosi. Nel 1552 fu condannato al rogo dal parlamento di Parigi e bruciato in effigie. Fu ammesso all'esercizio dell'avvocatura nel 1556. Fece parte del Consiglio dei Duecento di Ginevra (1559-69). Amico di Giovanni Calvino, contribuì attivamente alla diffusione della Riforma finanziando e distribuendo opere religiose.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso AEG
  • T. Heyer, «Notice sur L. de Normandie», in Mémoires et documents publiés par la Société d'histoire et d'archéologie de Genève, 16, 1867, 399-422
  • P.-E. Martin, «Le portrait de L. de Normandie», in Genava, 7, 1929, 220-225

Suggerimento di citazione

Coram-Mekkey, Sandra: "Normandie, Laurent de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 26.01.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025680/2009-01-26/, consultato il 24.11.2020.