de fr it

Jacques-AntoineDu Roveray

8.9.1747 Ginevra, 24.6.1814 Londra, rif., di Ginevra. Figlio di François, commerciante, e di Antoinette Durade. (1775) Marie Melly, figlia di Henri, commerciante. Studiò filosofia all'Acc. di Ginevra (tesi nel 1767). Fu avvocato e notaio (1771), membro del Consiglio dei Duecento (1775), della commissione del Codice (1777) e uno dei capi del partito dei Représentants. Nominato procuratore generale nel 1779, fu destituito nel 1780 su richiesta della Francia, in seguito alla pubblicazione di una "rimostranza" contro l'intervento franc. negli affari interni ginevrini. Esiliato a vita (1782), si rifugiò a Neuchâtel e poi a Parigi, dove fece parte della cerchia dei Ginevrini riunitisi attorno a Honoré-Gabriel Riqueti de Mirabeau. Rientrato a Ginevra (1789), fu membro del Consiglio dei Duecento (1790) e deputato all'Assemblea nazionale (1793). Condannato a morte dal tribunale rivoluzionario (1794), si rifugiò in Inghilterra.

Riferimenti bibliografici

  • J. Bénétruy, L'atelier de Mirabeau, 1962
  • Livre du Recteur, 3, 205 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Jacques-Antoine du Roveray
Dati biografici ∗︎ 8.9.1747 ✝︎ 24.6.1814