de fr it

CharlesSaladin

2.2.1757 Parigi, nel settembre del 1814 a Parigi, rif., di Ginevra. Figlio di Antoine (->) e di Marie-Charlotte nata S. Fratello di Auguste (->). (1784) Elisabeth-Marie Egerton, figlia di William, colonnello dell'esercito inglese. Dal 1776 lavorò come avvocato a Ginevra. Esponente del partito degli ultra-negativi o costituzionari, nel 1782 fu preso in ostaggio dai Représentants. L'anno successivo venne inviato in Inghilterra per vincere la diffidenza degli Inglesi verso il governo aristocratico ginevrino. Fu membro del Consiglio dei Duecento (1784) e uditore (1785-88). Condannato a morte in contumacia dal tribunale rivoluzionario nel 1794, si stabilì a Londra, dove divenne informatore del governo britannico e pubblicò l'opera Coup-d'œil politique sur le continent (1800). Trascorse gli ultimi anni di vita a Parigi.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso castello di Crans
  • Livre du Recteur, 5, 440
  • S. Kathari, «Sur les traces de la famille Saladin», in Bulletin/Société genevoise de généalogie, 2, 2004/2005, 23-39
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Charles Saladin-Egerton
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 2.2.1757 ✝︎ nel settembre del 1814

Suggerimento di citazione

Delvaux, Pascal: "Saladin, Charles", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.01.2013(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025696/2013-01-29/, consultato il 19.09.2020.