de fr it

JeanSarasin

2.10.1635 Ginevra, 29.8.1701 Cologny, rif., di Ginevra. Figlio di Jean-Antoine, magistrato, e di Marie Vimar. Abiatico di Jean (->). Elisabeth Hertner, vedova di Jacques Keller. È noto per il ruolo avuto nel conflitto che nel 1667 oppose il Piccolo Consiglio al Consiglio dei Duecento: accusato di aver usurpato la presidenza di quest'ultimo consesso, fu imprigionato per due giorni e liberato sotto la pressione della folla. Castellano di S. Vittore (1670), fu eletto syndic (1675) e ricoprì tale carica assieme ai syndics che lo avevano arrestato nel 1667; nel 1682 venne allontanato per infermità mentale.

Riferimenti bibliografici

  • E. Mallet, «Conflit entre le Petit Conseil et le Conseil des deux cents en 1667, ou Episode de l'auditeur Sarasin», in Mémoires et documents publiés par la Société d'histoire et d'archéologie de Genève, 1, 1841, 277-320
  • Livre du Recteur, 5, 465
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 2.10.1635 ✝︎ 29.8.1701

Suggerimento di citazione

Grosse, Christian: "Sarasin, Jean", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.11.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025698/2009-11-10/, consultato il 13.04.2021.