de fr it

StephanNeudörfer

1572 Andernach (Palatinato), 3.12.1667 Rheinfelden (AG), catt., originario del Palatinato. Figlio di Gebhart Newdorff e di Margaretha Hamers. Ecclesiastico della diocesi di Treviri, dal 1618 fu cancelliere segreto dell'arciduca Leopoldo V d'Austria, vescovo di Strasburgo. Ordinato sacerdote nel 1619, fino al 1636 fu canonico dei capitoli di S. Pietro il vecchio e il giovane a Strasburgo e di quello di Surburg (oggi Surbourg, Alsazia); dal 1623 al 1667 fu preposito del capitolo di S. Martino a Rheinfelden. Nel 1635 ottenne da Claudia d'Austria, vedova di Leopoldo, l'esenzione da tutte le imposte per poter eseguire lavori di ristrutturazione della chiesa. Malgrado fosse influenzato dalla Riforma tridentina, nel 1637 si oppose al tentativo dei gesuiti di rilevare il capitolo in qualità di noviziato. Grazie ai suoi sforzi, nel 1653 l'arciduca Ferdinando Carlo d'Austria fece incorporare la chiesa di Wölflinswil nel capitolo; inoltre elargì donazioni a favore della ricostruzione del convento dei cappuccini di Rheinfelden e del rifacimento della chiesa di S. Martino.

Riferimenti bibliografici

  • HS, II/2, 414 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1572 ✝︎ 3.12.1667
Classificazione
Religione (cattolicesimo)

Suggerimento di citazione

Feller-Vest, Veronika: "Neudörfer, Stephan", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025917/2009-07-15/, consultato il 28.10.2020.