de fr it

Johann WernhardHuber

22.2.1753 Basilea, 10.1.1818 Berna, rif., di Basilea. Figlio di Hans Jakob, farmacista, e di Ursula Schnell. (1776) Maria Judith Streckeisen. Frequentò le scuole a Neuwied (Renania-Palatinato) e poi a Basilea. Dopo un apprendistato di farmacista (1767-70), studiò medicina e fu attivo come aiutante farmacista a Berlino (1771-72), assumendo in seguito la gestione della farmacia di fam. a Basilea. La sua precoce formazione intellettuale fu influenzata dal pietismo dei Fratelli moravi, dall'Illuminismo e dallo Sturm und Drang. Nel 1780 conobbe Johann Kaspar Lavater, che venerò con entusiasmo per qualche tempo. Nel 1787 divenne membro della Soc. elvetica, contribuì a fondare la Soc. di lettura di Basilea e pubblicò una raccolta di poesie (Funken vom Herde seiner Laren der Freundschaft, der Wahrheit, dem Scherze). Dal 1789 fu un convinto sostenitore della Rivoluzione franc. Tra i promotori della rivoluzione basilese (1798), fu pres. dell'Assemblea nazionale basilese e membro del Gran Consiglio elvetico. In veste di commissario governativo represse con durezza i moti di Soletta del 1799 (tra l'altro ordinando esecuzioni capitali). Dal 1800 al 1801 fece parte del Consiglio legislativo. Eccellente oratore, spesso prese decisioni politiche affrettate. Dal 1801 visse come studioso indipendente a Berna.

Riferimenti bibliografici

  • P. Wernle, «W. Huber, der helvetische Grossrat und Basler Dichter», in BZGA, 20, 1922, 59-126
  • J.-A. Häfliger, «Die Apotheker und Apotheken Basels», in BZGA, 31, 1932, 424-426
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF