de fr it

Johann HeinrichSchinz

18.9.1725 Zurigo, 12.4.1800 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Hans Kaspar, commerciante, fabbricante e balivo (Obervogt) di Weinfelden, e di Anna Hirzel. Cognato di Johann Kaspar Lavater. (1760) Esperantia Claudia von Salis-Maienfeld, figlia di Karl Paul Dietegen, colonnello al servizio dell'Olanda. Rilevò con il fratello la casa di commercio paterna. Fu membro del Gran Consiglio zurighese (1762), del Direttorio commerciale (1763), appaltatore dei sali (1767), deputato al Piccolo Consiglio e intendente dell'arsenale (1783) nonché membro del governo interinale (1799). Pubblicò Versuch einer Geschichte der Handelschaft der Stadt und Landschaft Zürich (1763), opera significativa sul piano metodologico e della critica delle fonti, e altri lavori storici nell'almanacco Schweitzerisches Museum curato da Johann Heinrich Füssli. Heinrich Meyer basò su di un manoscritto di S. la sua opera Die ältesten Münzen von Zürich oder Zürichs Münzgeschichte im Mittelalter (1840).

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ZBZ
  • Feller/Bonjour, Geschichtsschreibung, 1, 450-452
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 18.9.1725 ✝︎ 12.4.1800

Suggerimento di citazione

Marti-Weissenbach, Karin: "Schinz, Johann Heinrich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.08.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/026149/2011-08-08/, consultato il 21.10.2020.