de fr it

Jean-RodolpheVautravers

29.4.1723 Berna, 19.4.1800 Firenze, a Livorno, rif., di Berna, dal 1757 cittadino inglese, dal 1776 di Bienne. Figlio di Jean-Rodolphe e di Jeanne-Marie de Bettaz. Jane Fisher, nipote di Richard Osbaldestone, vescovo di Londra. Studiò teol. all'Acc. di Ginevra (1746) e a Strasburgo (1747). Dal 1747 fu educatore in Svezia e Inghilterra. Tornato a Berna (1761), acquisì un immobile a Bienne (1763), che chiamò Rockhall. Intrattenne una corrispondenza fra l'altro con Benjamin Franklin, di cui tradusse i testi in ted., e con Jean-Jacques Rousseau, che gli fece visita a Bienne nel 1765. Come mercante d'arte si indebitò a tal punto che dovette vendere la proprietà Rockhall (1779) e venne cacciato da Bienne. In seguito visse ad Amburgo e in Inghilterra. Membro della Royal Society (1755), fu membro onorario della Soc. economica di Berna (1761) e membro della Soc. economica (pres. nel 1765) e del Gran Consiglio (1778) di Bienne.

Riferimenti bibliografici

  • G. G. Milner-Gibson-Cullum, F. Campbell Macauley, The Inscriptions in the Old British Cemetery of Leghorn, 1906
  • Livre du Recteur, 6, 130
  • W. e M. Bourquin, Biel, stadtgeschichtliches Lexikon, 1999, 457
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Dati biografici ≈︎ 29.4.1723 ✝︎ 19.4.1800