de fr it

GabrielWalser

18.5.1695 Wolfhalden, 8.5.1776 Berneck, rif., di Teufen (AR). Figlio di Gabriel, pastore rif., e di Katharina Zellweger. (1718) Maria Elisabeth Zollikofer, figlia di Ruprecht. Dal 1712 studiò teol. a Basilea, Marburgo, Tubinga, Jena e Halle. Superato l'esame a Basilea (1717), divenne membro del sinodo appenzellese (1717) e pastore a Speicher (1721-45). Poiché durante il Landhandel si era impegnato per la fazione dei "moderati", sconfitta, nel 1732 fu condannato a una multa. Editore dell'Alter und neuer Appenzeller Schreib-Calender (1738-45), nel 1740 pubblicò la Neue Appenzeller Chronik. La parte geografica della cronaca, di maggior pregio, si fonda su osservazioni personali, quella storica si riallaccia all'opera di Bartholomäus Bischofberger, integrandola fino al 1732. W. dovette interrompere la narrazione a quella data per ordine delle autorità (la sua continuazione per gli anni 1732-72 uscì solo nel 1829). Dal 1745 alla morte fu pastore a Berneck. Visitò ampie parti della Svizzera e, tra il 1763 e il 1768, disegnò tra l'altro 15 carte geografiche per l'Atlas novus reipublicae Helveticae pubblicato a Norimberga nel 1769. Quale commento a queste ultime, redasse una Schweitzer-Geographie (1770).

Riferimenti bibliografici

  • A. Dürst, G. Walser und der Schweizer Atlas von 1769, 1969
  • J. Altherr, G. Walser (1695-1776), 1994
  • Rheintaler Köpfe, 2004, 361-364
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF