de fr it

Johann HeinrichWaser

1.4.1742 Zurigo, 27.5.1780 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Heinrich, fornaio, e di Anna Häfeli. (1765) Anna Cleophea Scheuchzer, figlia di Heinrich, balivo. Studiò teol. e fu consacrato pastore nel 1764. Interessato alle scienze naturali e alla storia, divenne membro della Soc. di fisica (1765). Nominato pastore del com. parrocchiale di S. Croce (com. Hottingen, Hirslanden, Riesbach, 1770), criticò la contabilità delle autorità com. di Riesbach e ottenne l'irrogazione di una multa. Dopo ulteriori conflitti, nel 1774 venne sospeso dalla carica. In seguito si dedicò a studi di statistica e di economia. Tramite un'"aritmetica politica" tentò di dare un fondamento razionale alle azioni dello Stato e allestì lunghe serie di statistiche storiche. Sulla base di una delle sue ricerche, nel 1782 fu istituita una cassa cittadina di assicurazione contro gli incendi (assicurazione immobiliare); la maggior parte dei suoi lavori però non passò la censura e rimase inedita. Nel 1780 criticò la gestione del fondo di guerra zurighese sulla rivista ted. Schlözers Briefwechsel meist historischen und politischen Inhalts, per cui venne accusato di tradimento di segreti di Stato e di sottrazione di documenti governativi. Con esigua maggioranza e una sentenza ambigua fu condannato a morte dai Consigli zurighesi e decapitato, ciò che suscitò reazioni negative nell'opinione pubblica colta anche oltre i confini nazionali. Fu un pioniere della statistica e dell'economia politica.

Riferimenti bibliografici

  • Fondi presso StAZH e ZBZ
  • R. Graber, «Der Waser-Handel», in RSS, 30, 1980, 321-356
  • U. Hentschel, «Der Waser-Handel im Spiegel der deutschen Literatur», in ZTb 2000, 1999, 177-192
  • R. Graber, «Gefährliche Sammelleidenschaft», in Sammeln und Sammlungen im 18. Jahrhundert in der Schweiz, a cura di B. Schubiger, 2007, 357-369
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF