de fr it

JohannPistorius

14.2.1546 Nidda (Assia), 18.7.1608 Friburgo in Brisgovia, prot., dal 1588 catt., di Nidda. Figlio di Johann il Vecchio, pastore a Nidda e sovrintendente ad Alsfeld (Assia). Dal 1564 studiò medicina, teol. e diritto a Wittenberg, conseguendo il dottorato in medicina. Nel 1575 divenne medico personale di Carlo II del Baden-Durlach. Luterano, passò poi al calvinismo e in seguito si convertì al cattolicesimo (1588); quale apologeta partecipò a numerose dispute teol., confrontandosi tra gli altri con Simon Grynaeus, di Basilea, e Lukas Osiander, di Tubinga. Le sue argomentazioni contro la confessione luterana si basavano sulla superiorità dei principi della Chiesa e della tradizione catt. Fu inoltre attivo come storico, in particolare dell'opera in tre volumi Rerum germanicarum veteres iam primum publicati scriptores [...] (Francoforte sul Meno, 1583-1607). Già dottore in teol. e suddiacono, nel 1591 divenne vicario generale (fino al 1594) di Andrea d'Austria, vescovo di Costanza; diede un contributo determinante alla politica religiosa di quest'ultimo. Probabilmente nel 1592 fu ordinato sacerdote e, al secondo tentativo, ammesso nel capitolo cattedrale di Costanza. Alla Dieta imperiale di Ratisbona del 1594 partecipò in veste di inviato del vescovo di Costanza. Nel 1594 e 1597 presiedette il Consiglio ecclesiastico di Costanza; fu inoltre protonotario apostolico, prevosto del duomo a Breslavia e consigliere dell'imperatore Rodolfo II. Operò anche nella Conf.: a Lucerna trattò con il Consiglio per la separazione tra giurisdizione secolare ed ecclesiastica e a Zurigo tentò invano di convincere il Consiglio a organizzare una disputa teol. Da questi dibattiti nel 1603 scaturì una pubblicazione, in cui P. confutò la seconda Confessione elvetica (1566). La ricerca storiografica considera P. come una personalità poliedrica, molto attiva sul piano della politica religiosa e in ambito letterario, con una tendenza alla polemica.

Riferimenti bibliografici

  • ADB, 26, 199-201
  • HS, I/2, 564-566
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.2.1546 ✝︎ 18.7.1608
Classificazione
Religione (cattolicesimo)