de fr it

KasparCarl von Hohenbalken

1736 Tarasp, 22.7.1797 Vienna, catt., di Tarasp. Studiò teol. a Innsbruck e a Vienna; venuto a contatto con il giansenismo, ne divenne uno dei più convinti sostenitori in Austria. A Vienna fu attivo come pastore d'anime e censore di libri; nel 1778 venne nominato direttore della riorganizzata facoltà teol. di Olmütz-Brünn (A, oggi Olomouc-Brno, Repubblica Ceca) e sovrintendente del seminario. Trasferito a Vienna in seguito a intrighi, gli venne dato il posto di primo conservatore della biblioteca univ. (1785). Si occupò soprattutto di divulgazione e traduzione di opere giansenistiche franc.; corrispose regolarmente con il conte Dupac di Utrecht e con la rivista giansenistica Nouvelles Ecclésiastiques. Vissuto all'insegna di uno stretto rigorismo giansenistico e di un crescente pessimismo, negli ultimi anni della sua vita si pose contro la riforma ecclesiastica giuseppina, a cui egli stesso aveva in precedenza portato il suo contributo. L'Univ. di Vienna gli conferì il dottorato h.c.

Riferimenti bibliografici

  • P. Hersche, Der Spätjansenismus in Österreich, 1977, 331-338
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Kaspar Carl
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 1736 ✝︎ 22.7.1797

Suggerimento di citazione

Hersche, Peter: "Carl von Hohenbalken, Kaspar", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.01.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/026483/2005-01-25/, consultato il 20.01.2021.