de fr it

DiepoltHuter

2.5.1546 Appenzello, di Montlingen (com. Oberriet SG). Figlio di Rudolf e di Anna Schmid. Non si hanno notizie sulla sua formazione scolastica. Negli anni 1475-80 fu probabilmente chierico della diocesi di Costanza a Kriessern. Parroco di Appenzello (1508), dal 1522 si avvicinò alla Riforma. Partecipò alle Dispute di Zurigo (1523, senza esprimersi), Baden (1526) e Berna (1528). In quest'occasione prese posizione contro Ulrich Zwingli a proposito del potere ecclesiastico, dell'Immacolata Concezione e dei comandamenti e pubblicò uno scritto sull'eucarestia, che tuttavia non ebbe successo. Protestò contro la procedura scorretta applicata durante la Disputa di Berna e fu per questo multato. Trasferitosi a Montlingen, subì le pressioni di Zurigo e si rifugiò a Hohenems. Fu poi nuovamente pastore ad Appenzello (1534-46). Si distinse per la sua posizione chiara nel periodo confuso della Riforma.

Riferimenti bibliografici

  • P. Staerkle, D. Huter, Pfarrer von Appenzell und Montlingen [...], 1931
  • F. Stark, 900 Jahre Kirche und Pfarrei St. Mauritius Appenzell, 1971, 89, 157-159
  • H. Bischofberger, Rechtsarchäologie und rechtliche Volkskunde des eidgenössischen Standes Appenzell Innerrhoden, 1999, 39
Scheda informativa
Dati biografici ✝︎ 2.5.1546