de fr it

JacquelineBerenstein-Wavre

26.12.1921 Merkwiller-Pechelbronn (Alsazia), rif., di Neuchâtel e Ginevra. Figlia di Robert Wavre, ingegnere, e di Esther de Montmollin. (1970) Alexandre Berenstein (->). Dopo aver frequentato la scuola di studi sociali e la facoltà di scienze economiche e sociali a Ginevra, ha insegnato in diversi ist. scolastici, introducendovi in particolare l'orientamento professionale. Socialista, ha fatto parte del consiglio com. ginevrino (1963-73) - è stata anche la prima donna a presiederlo (1968-69) - e del Gran Consiglio (1973-89). Pres. dell'Alleanza delle soc. femminili sviz. (1975-1980) e della Fondazione del Collège du travail, si è impegnata spec. per la salvaguardia della memoria storica del movimento operaio e per la rivalutazione del lavoro domestico. È stata tra le promotrici dell'articolo costituzionale sull'uguaglianza tra uomo e donna, adottato nel 1981. Membro attivo di ass. pacifiste, dal 1965 ha fatto parte del comitato di redazione del mensile Femmes Suisses.

Riferimenti bibliografici

  • Ménagère aujourd'hui, 1974
  • Plans-fixes, [film], 1993
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Jacqueline Berenstein (nome da coniugata)
Jacqueline Wavre (nome alla nascita)
Dati biografici ∗︎ 26.12.1921