de fr it

Marie-Bartholomée deVantéry

3.1.1607 Monthey, 14.10.1631 Saint-Maurice, catt., di Troistorrents. Figlia di Barthélemy, sindaco (1610) e castellano (1625) di Monthey, e di Anastasia de Nucé. Dopo il noviziato presso le bernardine di La Roche-sur-Foron (Alta Savoia, 1627), professò i voti (1628). Nel 1629 viaggò con due consorelle nel Vallese e fondò una filiale a Saint-Maurice, in una casa della fam. de Quartéry. Madre superiora (1630-31), diresse la piccola comunità di religiose da cui nel 1647 si sviluppò il convento di Collombey nel castello di Arbignon.

Riferimenti bibliografici

  • HS, III/3, 997 sg., 1014-1016
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 3.1.1607 ✝︎ 14.10.1631
Classificazione
Religione (cattolicesimo)

Suggerimento di citazione

Kalbermatter, Philipp: "Vantéry, Marie-Bartholomée de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 06.08.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/026559/2012-08-06/, consultato il 11.05.2021.