de fr it

Maria Agatha JosefaZumstein

1630 Alpnach, 22.6.1701 Sarnen, catt., di Giswil o Lungern. Figlia di Balthasar e di Katharina Michel. Professò i voti nel convento delle benedettine a Sarnen (1647), di cui fu eletta badessa nel 1682 (dimissioni nel 1692). Avendo acquisito delle reliquie di Giusto, santo delle catacombe, fece costruire tre nuovi altari nella chiesa conventuale; Gregor Fleischlin, abate di Engelberg, offrì l'altare di S. Giusto e presiedette la cerimonia di traslazione il 12.5.1686. Nel 1687 la chiesa venne ampliata secondo i piani di Caspar Moosbrugger e dotata di un nuovo organo. L'attuale portale con l'avantetto in legno e i pilastri intagliati risalgono allo stesso periodo. Z. fu la prima badessa di Sarnen la cui morte venne registrata nel necrologio del convento e non più in quello di Engelberg.

Riferimenti bibliografici

  • HS, III/1, 1753
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1630 ✝︎ 22.6.1701
Classificazione
Religione (cattolicesimo)

Suggerimento di citazione

De Kegel, Rolf: "Zumstein, Maria Agatha Josefa", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/026578/2014-02-21/, consultato il 28.10.2020.