de fr it

JohannIten

prima del 1438, fra il 1506 e il 1515, di Ägeri e dal 1492 di Zugo. Figlio di Heini. ∞una donna non nota. Grande contadino, nel 1453 è attestato quale testimone davanti a un tribunale. Fu Ammann del cant. Zugo (1463-64, 1465-66, probabilmente nel 1467-68, 1469-70), balivo di Sargans (1472-73) e più volte inviato del cant. alla Dieta (1465-89). Rappresentò Ägeri nella contesa con la città di Zugo sul diritto di portare il vessillo (1477) e nel conflitto in merito all'alpeggio di Frutten, che un tribunale arbitrale attribuì ai cittadini di Zugo nel 1491. Quando le genti di Ägeri e Menzingen tentarono invano di affrancarsi dai diritti di bassa giustizia posseduti dall'abbazia di Einsiedeln (1464-68), I. figurò come garante della somma di riscatto, dando con ciò prova di ricchezza. Nel 1476 partecipò al congresso di pace di Friburgo e fu membro della delegazione presso il re di Francia. Fu più volte mediatore in occasione di controversie conf., ad esempio nel sacco del convento di Rorschach (1489/90). Politico di spicco al tempo delle guerre di Borgogna, riuscì a coniugare i propri interessi con quelli del suo com. e del suo cant.

Riferimenti bibliografici

  • E. Iten, J. Iten, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF