de fr it

Siegel- und Bannerhandel

Affare diZugo

Con tale espressione si designa un conflitto scoppiato nel 1404 tra la città di Zugo e Baar, am Berg (oggi Menzingen e Neuheim) e Ägeri, com. rurali dell'Äusseres Amt alleati con Svitto. Dopo che nel giugno del 1400 la città di Zugo ebbe acquisito da re Venceslao il privilegio dell'alta giurisdizione sulla città e baliaggio, in una notte dell'ottobre del 1404 i com. rurali, indispettiti e sostenuti da Svitto, assalirono la città, dove si impossessarono delle regalia, ovvero della bandiera, del sigillo e dei privilegi. I cant. aderenti al patto di Zugo - Zurigo, Lucerna, Uri e Untervaldo - intervennero sotto il comando di Zurigo e sconfissero i tre com. Il 7 e il 17.11.1404 vennero ristabiliti i diritti di Zugo e Svitto venne condannato a una pena pecuniaria, che però non fu mai pagata. Svitto non diede tregua finché nel 1424 non furono distrutti tutti gli esemplari della sentenza. L'episodio rappresentò una tappa nella strutturazione del sistema giur. di Zugo e nella sua emancipazione da Svitto.

Riferimenti bibliografici

  • UB ZG, 1, 379-387
  • B. Stettler, «Stadt und Amt Zug in den Irrungen und Wirrungen der eidgenössischen Frühzeit», in Gfr., 156, 2003, 95-113