de fr it

AlphonseRoy

14.11.1906 Les Breuleux, 7.4.2000 Versoix, catt., di Epauvillers. Figlio di Origène, orologiaio, e di Berthe Theurillat. (1936) Elvezia Rosa Maria Beretta, figlia di Stefano, commerciante. Frequentò i Conservatori di Neuchâtel (1925-27, diploma di docente di flauto nel 1927), Zurigo e, dal 1938 al 1941, di Ginevra, dove studiò flauto con Armand Barbezat e Jean Nada e teoria musicale tra l'altro con Volkmar Andreae. Fu flautista nell'orchestra cittadina di Winterthur (1928) e nell'orchestra della stazione termale di Baden (1929) e fu poi allievo di Marcel Moyse a Parigi (1929-31). Fece parte dell'Orchestra della Svizzera romanda sotto la direzione di Ernest Ansermet (1931 e 1938-71), entrando in contatto con la musica contemporanea, e dell'Orchestra della Radio della Svizzera it. a Lugano (1935-38). Svolse una formazione complementare in contrappunto e fuga con Charles Chaix a Ginevra (1940) e conseguì il diploma di composizione (1941). Dal 1941 al 1950 compose soprattutto musica strumentale e da camera (Quatuor à cordes, 1943; Ballade pour grand orchestre et piano obligé, 1952), dal 1950 al 1966 anche brani corali (Sainte Cécile et les oiseaux, 1957) e sinfonici (Symphonie in drei Sätzen für grosses Orchester) e dal 1963 al 1980 musiche per il cinema (L'inconnu de Shandigor, 1967; Black-Out, 1969; D'un jour à l'autre, 1973) e la televisione (Le monde imaginaire d'André Masson, 1973; Max Bill, peintre suisse, 1977). Nel 1972 fu insignito del premio musicale della città di Berna.

Riferimenti bibliografici

  • SML, 316 sg.
  • J. Chapuis, «A. Roy», in Six compositeurs jurassiens, 1966, 61-63
  • J.-L. Matthey, A. Roy, 1989
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 14.11.1906 ✝︎ 7.4.2000