de fr it

Scuole industriali

Venivano denominati scuole industriali gli ist. sorti nella seconda metà del XVIII sec. per trasmettere nozioni scolastiche ai fanciulli e prepararli attraverso il lavoro manuale a professioni in campo artigianale, industriale e manifatturiero. Le prime scuole industriali furono fondate in Boemia dal futuro vescovo Ferdinand Kindermann (1779) e negli anni successivi ne sorsero altre in Germania, Austria e, sporadicamente, in Svizzera. Erano intese a educare al lavoro soprattutto i fanciulli di ceto sociale modesto, per prepararli alla vita professionale nella nascente società industriale. I maschi apprendevano la filatura, l'orticoltura o l'arboricoltura, le femmine il lavoro a maglia, il cucito o il rammendo. Come i filantropi Ludwig Gerhard Wagemann e Heinrich Philipp Sextro, anche Johann Heinrich Pestalozzi valorizzò il lavoro manuale accanto all'educazione scolastica e alla trasmissione del sapere. L'obiettivo era la cosiddetta industriosità, ossia lo sviluppo dell'abilità, dello zelo e dell'ingegno. I "pedagoghi industriali", di cui fece parte anche Philipp Emanuel von Fellenberg con la sua cosiddetta colonia Meikirch, puntarono sull'operosità incessante per impedire l'insorgere dell'ozio e dei vizi e così "nobilitare" i poveri. Poiché secondo i modelli ted. e austriaci le scuole industriali dovevano autofinanziarsi e quindi erano esposte alla concorrenza economica, queste ultime non si affermarono. L'accento venne posto sul lavoro produttivo, relegando l'insegnamento elementare nelle ore marginali. Le scuole industriali scomparvero generalmente nella prima metà del XIX sec., quando nacquero le scuole professionali, industriali, artigianali e civiche (Scuole di commercio e di amministrazione), furono introdotte le lezioni di Lavoro manuale e, sulla scia dell'industrializzazione, il Lavoro infantile si indirizzò verso le fabbriche. Nella seconda metà del XIX sec. le scuole industriali ancora esistenti preparavano scolari adolescenti alle professioni tecnico-industriali, altre furono inoltre fondate quali sezioni tecniche di scuole cant. (ad esempio a Zurigo, 1832).

Riferimenti bibliografici

  • P. Gonon, «Schule im Spannungsfeld zwischen Arbeit, elementarer Bildung und Beruf», in Geschichte der Erziehung und Schule in der Schweiz im 19. und 20. Jahrhundert, a cura di H. Badertscher, H.-U. Grunder, 1997, 58-88