de fr it

RobertoDonetta

Autoritratto non datato (Archivio Roberto Donetta, Corzoneso).
Autoritratto non datato (Archivio Roberto Donetta, Corzoneso).

6.6.1865 probabilmente a Corzoneso, 6.9.1932 Corzoneso, catt., di Corzoneso. Figlio di Carlo, bottegaio, emigrato a Milano. Teodolinda Binetti. Nelle stagioni invernali emigrò come marronaio nelle città dell'Italia settentrionale. Nel 1894 si trasferì a Londra, dove rimase per 14 mesi. Verso il 1900 apprese i rudimenti dell'arte fotografica da Dionigi Sorgesa, scultore di Corzoneso, che gli affittò il primo apparecchio fotografico. Nel frattempo, per guadagnarsi da vivere, fece il venditore ambulante di sementi; girò così tutta la valle di Blenio, la Leventina e parte della Riviera, giungendo persino a Brissago, e scattò centinaia di fotografie su commissione; alcune sue foto vennero pubblicate dal quindicinale Die Schweiz. Il peggioramento delle sue già precarie condizioni finanziarie comportò il disgregarsi del nucleo fam.: D. rimase a Casserio (Corzoneso) con l'ultimogenito, vivendo separato dalla moglie e dagli altri sei figli. Nel 1913 un precetto esecutivo e il susseguente pignoramento lo privarono anche delle sue macchine fotografiche; il com. gli negò il sussidio dell'assistenza pubblica. Dopo il funerale, il municipio decise il pignoramento dei suoi beni, ma nessuno si interessò alle 5000 lastre scattate nell'arco di un trentennio. L'opera di D. è costituita da immagini di sè e della sua fam., di ritratti, gruppi, soggetti religiosi, scene di vita quotidiana, paesaggi (utilizzando spesso fondali di fortuna) ma anche fotografie sperimentali, queste ultime realizzate solo per diletto; il suo complesso corpus fotografico rivela una sensibilità sorprendentemente moderna.

Riferimenti bibliografici

  • Lastre fotografiche presso Archivio fotografico Roberto Donetta, Corzoneso
  • R. Donetta, cat. mostra Lugano, 1993
Link
Altri link
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.6.1865 ✝︎ 6.9.1932