de fr it

EmilSchulthess

29.10.1913 Zurigo, 22.1.1996 Maur, rif., di Zurigo. Figlio di Jacob Emil, giardiniere, e di Marie Leu. (1937) Bruna Castellini. Seguì una formazione di grafico (1928-32), attività che esercitò come indipendente dal 1932 al 1936; nel 1934-35 compì un soggiorno di studio a Parigi. Quale grafico presso la tipografia e casa editrice Conzett & Huber a Zurigo (1937-57) curò la veste grafica della rivista Du, fondata nel 1941, e della collana Manesse-bibliothek der Weltliteratur. In seguito lavorò prevalentemente nei settori dell'iconografia e della fotografia. Fu art director del calendario Swissair (1951-90), a cui, attraverso una rigorosa impostazione grafica, conferì un'alta riconoscibilità. Dal 1957 fu fotografo e autore indipendente. S. progettò e realizzò libri fotografici su Paesi e continenti tradotti in molte lingue, che ottennero svariati riconoscimenti e raggiunsero alte tirature. Acquisì fama grazie ai suoi grandi progetti fotografici, che si distinguevano per l'uso di tecniche sofisticate e la perfezione artigianale. Grazie alla pubblicazione sulla rivista Life della sequenza di 24 foto del sole di mezzanotte, scattate nel nord della Norvegia nel giugno del 1950, divenne noto in tutto il mondo. Effettuò altre insolite vedute del sole nel Sahara (1955), all'equatore (1956) e al polo sud (1958). Sulla Cima Dufour, il punto più alto della Svizzera, nel 1969 realizzò la fotografia panoramica a 360 gradi Top of Switzerland. Utilizzando fotocamere appese a un elicottero, telecomandate e rotanti, effettuò ulteriori panorami (ad esempio Top panorama Monte Cervino, 1974), che furono pubblicati nel volume Swiss Panorama (1982).

Riferimenti bibliografici

  • USA, 1955
  • Antarctica, 1960
  • Landschaft der Urzeit, 1988
  • Fondazione sviz. per la fotografia, Winterthur
  • Photographie in der Schweiz, 1992
  • NZZ, 24.1.1996
Link
Altri link
SIKART
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 29.10.1913 ✝︎ 22.1.1996

Suggerimento di citazione

Sütterlin, Georg: "Schulthess, Emil", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 12.01.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027264/2011-01-12/, consultato il 21.10.2020.