de fr it

TrixHaussmann

6.11.1933 Zurigo, riformata, di Zurigo. Figlia di Otto Högl, chimico, e di Maria Margaretha nata Brenner, infermiera. Abiatica di Albert Brenner e pronipote di Johann Joachim Brenner. (1967) Robert Haussmann, architetto d'interni. Trix Högl studiò architettura al Politecnico federale di Zurigo (1959-1963), poi lavorò in diversi studi d'architettura in Svizzera e si specializzò in pianificazione nazionale, regionale e locale al Politecnico di Zurigo (1967). Dal 1966 fu contitolare di uno studio insieme al futuro marito. Inizialmente vennero loro commissionati l'arredamento di abitazioni e negozi e la progettazione di mobili (fra altri per de Sede e, dal 1977, per la collezione Röthlisberger). Nel contempo idearono i primi mobili decontestualizzati (i cosiddetti Lehrstücke), pezzi che fanno riferimento all'architettura. Dagli anni 1980 realizzarono progetti importanti, più volte premiati, fra cui tre immobili commerciali con gallerie di negozi per la ditta Ruppert di Amburgo (1978-1983) e la ristrutturazione e l'ampliamento sotterraneo della stazione centrale di Zurigo (1987-1997). Incaricata di corsi al Politecnico federale di Zurigo (1997-2000), Trix Haussmann fece parte di numerose organizzazioni professionali e nel 1996 fu nominata, con il marito, membra onoraria della Federazione degli architetti tedeschi. Per la loro opera comune nel 2013 la coppia fu insignita del gran premio svizzero di design. 

Riferimenti bibliografici

  • Haussmann, Robert; Haussmann, Trix: «Zu unseren Arbeiten», in: Werk, Bauen + Wohnen, 39/10, 1981, pp. 29-37.
  • Bürkle, J. Christoph: «Haussmann, Robert und Trix», in: Architektenlexikon der Schweiz 19./20. Jahrhundert, 1998, pp. 256-257.
Completato dalla redazione
  • Güntert, Gabriela; Maurer, Bruno; Rüegg, Arthur (a cura di): Trix + Robert Haussmann. Kultur der Formgebung, 2017 (con bibliografia ed elenco delle opere).
  • Billing, Joan; Eberli, Samuel: Trix & Robert Haussmann. Protagonisten der Schweizer Wohnkultur, 2019 (catalogo mostra).
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Dagmar Böcker: "Haussmann, Trix", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.11.2007(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027357/2007-11-29/, consultato il 24.05.2022.