de fr it

HansMarti

11.7.1913 Berlino, 20.12.1993 Zurigo, di Othmarsingen e Zurigo. Figlio di Hermann Alfred Friedrich, commerciante, e di Frieda Charlotte Deussen. 1) (1943) Christiane Bernhard (divorzio nel 1948); 2) (1957) Anna Maria Hermann. Cresciuto a Rio de Janeiro, dal 1931 al 1936 studiò architettura al Politecnico fed. di Zurigo. Dopo tre anni di attività nel segretariato centrale dell'Ass. sviz. per la pianificazione nazionale, dal 1947 aprì un proprio studio di architettura e progettazione (dal 1960 al 1985 con Hans Kast, dal 1965 con Jakob Jenny e Georg Schmid e dal 1972 con Claude Ruedin). Curò diversi piani di quartiere, piani regolatori e regionali (per esempio di Zofingen, Losanna, Coira). In qualità di membro di commissioni regionali e fed., e come consulente delle autorità politiche, esercitò un grande influsso sulla pianificazione territoriale e si impegnò con successo per la conservazione della fisionomia architettonica degli abitati di Bellinzona, Faido e Morat. Radicale, dal 1958 al 1962 fece parte del Consiglio com. di Zurigo, e in seguito fu delegato del municipio zurighese per la progettazione urbana (1962-67). Fu redattore della Schweizerische Bauzeitung (1949-62).

Riferimenti bibliografici

  • Architektenlex., 363
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 11.7.1913 ✝︎ 20.12.1993

Suggerimento di citazione

Böcker, Dagmar: "Marti, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.10.2007(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027384/2007-10-22/, consultato il 27.11.2020.