de fr it

ChristianMenn

3.3.1927 Meiringen, 16.7.2918 Coira, riformato, di Zillis-Reischen. Figlio di Simon, ingegnere civile, e di Marie Schneider. 1) (1958) Eleonora Rutz (1993), figlia di Karl, di Nesslau; 2) (1994) Hedwig Kägi, figlia di Erwin, di Basilea. Dopo la scuola cantonale di Coira si diplomò in ingegneria civile al Politecnico federale di Zurigo (1946-50). In seguito svolse stage presso studi di ingegneria e imprese edili, fu assistente al Politecnico federale di Zurigo e conseguì il dottorato in scienze tecniche (1956). Dal 1957 al 1971 fu titolare di uno studio a Coira e dal 1964 di un secondo studio a Zurigo, insieme a Hans Hugi. Professore di statica edilizia e costruzione al Politecnico federale di Zurigo (1971-92), presiedette la commissione per la norma 162 (costruzioni in calcestruzzo) della Società svizzera degli ingegneri e degli architetti (SIA). Dopo la nomina a professore emerito fu attivo quale esperto anche all'estero. Ebbe un influsso determinante sulla costruzione di ponti attraverso i suoi progetti (tra cui il ponte sul Reno a Tamins del 1962, il ponte del Ganter sul Sempione del 1980, il ponte del Sunniberg a Klosters-Serneus del 1998 e il Leonard P. Zakim Bunker Hill Bridge a Boston del 2005), le sue perizie e i giudizi espressi nell'ambito di concorsi. Sulla base dell'esperienza acquisita evidenziò la necessità di coniugare creazione artistica e valutazione scientifica nelle opere di ingegneria. Ispirandosi a Robert Maillart, si impegnò a favore di un'elaborazione formale rispettosa della distribuzione di forze e di un inserimento armonioso nell'ambiente paesaggistico o urbano. Fu insignito di numerose onorificenze, tra cui quella di membro onorario della SIA (1989), la medaglia Freyssinet (1990), il premio culturale del canton Grigioni (1991) e il dottorato h.c. dell'Università di Stoccarda (1996).

Riferimenti bibliografici

  • in collaborazione con E. BrühwilerStahlbetonbrücken, 20033 (1986)
  • D. P. Billington, The Tower and the Bridge, 1983
  • T. Vogel, P. Marti (a cura di), C. Menn, 1997 (con elenco delle op., nuova ed. 2009)
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF