de fr it

LuigiSnozzi

29.7.1932 Mendrisio, 29.12.2020 Minusio, di Bellinzona. Figlio di Tranquillo Snozzi, veterinario, e di Angela nata Signorelli. (1961) Ursula Jenni, grafica, di Eggiwil. Studiò architettura al Politecnico federale di Zurigo (1952-1957) e si perfezionò poi con Peppo Brivio e Rino Tami (1957-1958). Titolare di studi a Locarno (1958), Zurigo (1975-1988) e Losanna (1988), collaborò con Mario Botta, Tita Carloni, Aurelio Galfetti, Bruno Jenni, suo cognato, e Livio Vacchini. Tra i lavori più significativi di Snozzi spiccano la riqualifica del nucleo storico di Monte Carasso (dal 1979) e diversi edifici abitativi (tra cui casa Kalman a Brione sopra Minusio, 1974-1976 e casa Bernasconi a Carona, 1988-1989). Insegnò nei Politecnici federali di Zurigo (1973-1975 e 2003-2004) e Losanna (1985-1997) e in diverse università e scuole di architettura in Svizzera e all'estero. Membro tra l'altro della Commissione cantonale delle bellezze naturali (1962-1974) e delle Accademie di belle arti di Berlino (Akademie der Künste, 1994) e Monaco di Baviera (Bayerische Akademie der Schönen Künste, 1996), si impegnò anche sul piano politico, partecipando attivamente alla fondazione del Partito socialista autonomo (PSA, 1969). Fu insignito in particolare dei premi Beton 85, Beton 93 e Principe di Galles dell'Università di Harvard (1993) e del dottorato honoris causa del Politecnico federale di Zurigo (2008).

Riferimenti bibliografici

  • Rucki, Isabelle; Huber, Dorothee (a cura di): Architektenlexikon der Schweiz 19./20. Jahrhundert, 1998, pp. 499-500.
  • Disch, Peter: Luigi Snozzi. L'opera completa, 3 voll., 2003-2005.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 29.7.1932 ✝︎ 29.12.2020

Suggerimento di citazione

Giannò, Vanessa: "Snozzi, Luigi", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 19.01.2021. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027424/2021-01-19/, consultato il 13.04.2021.