de fr it

SaraNathan

7.12.1819 Pesaro (Marche), 19.2.1882 Roma, di Pesaro. Figlia di Angelo Levi, modesto commerciante ebreo, di Senigallia, e di Enrichetta Rosselli, di Livorno. (1836) Mayer Moses N., finanziere ted., da cui ebbe 12 figli. A Londra, dove si trasferì nel 1837 con il marito, entrò in contatto con gli esuli it. e strinse amicizia con Giuseppe Mazzini, a cui rimase legata tutta la vita. Dopo la morte del marito (1859) rientrò in Italia; accusata di cospirazione repubblicana si trasferì con i figli nel cant. Ticino. A Lugano acquistò nel 1865 la villa La Tanzina, punto di riferimento dell'opposizione democratica in esilio e dove soggiornò regolarmente in incognito Mazzini (che morirà nel 1872 a Pisa in casa di una figlia di N.). Nel 1871 si trasferì a Roma. Suo figlio Ernesto (1845-1921), sindaco di Roma nel 1907-13, promosse l'edizione nazionale degli scritti di Mazzini.

Riferimenti bibliografici

  • A. Fratti, S. Levi Nathan, 1888
  • Diz. del Risorgimento Nazionale, 3, 1933
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.12.1819 ✝︎ 19.2.1882

Suggerimento di citazione

Agliati, Carlo: "Nathan, Sara", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.06.2007. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027479/2007-06-04/, consultato il 28.10.2020.