de fr it

PierreFatio

7.11.1662 Ginevra, 6.9.1707 Ginevra, rif., cittadino di Ginevra. Figlio di François (->). (1694) Elisabeth Chouet, figlia di Léonard, tesoriere generale e Consigliere. Nel 1679 e nel 1685 risulta immatricolato all'Univ. di Basilea, dove conseguì il dottorato in diritto nel 1686. Studiò anche a Ginevra, Valence, Montpellier e Leida. Ritornato a Ginevra, divenne un avvocato molto reputato e seguì il classico percorso dei giovani patrizi desiderosi di accedere alle alte cariche della Repubblica. Eletto nel Consiglio dei Duecento nel 1688, ricoprì in seguito vari incarichi nell'amministrazione: fu castellano di S. Vittore e del capitolo (1691), uditore (1696) e castellano di Peney (1700). Il suo spirito indipendente e anticonformista, tuttavia, costituiva un elemento di disturbo per l'aristocrazia al governo. Questa diffidenza si manifestò nel 1705, quando la sua candidatura al Piccolo Consiglio venne scartata a vantaggio di quella di suo fratello Jacques-François, anche se quest'ultimo non aveva un'esperienza della cosa pubblica di pari livello. Divenne allora il portavoce e il difensore della borghesia in lotta contro il patriziato cittadino, che da quel momento lo considerò un transfuga. Durante i disordini del 1707 propose diverse riforme, tra cui quella di introdurre una riunione annuale di un Consiglio generale deliberante. Venne tuttavia abbandonato dalla frangia influente del suo partito, che giudicava le sue posizioni troppo estremiste. Adducendo come pretesto la sua partecipazione all'organizzazione di un complotto volto a rovesciare il governo, il Piccolo Consiglio condannò F. alla pena di morte. Fu fucilato nella corte della prigione del vescovado.

Riferimenti bibliografici

  • A. Corbaz, P. Fatio, 1913
  • Livre du Recteur, 3, 276 sg.
  • M. Lahmer, «Prolégomènes à Jean-Jacques Rousseau», in Revue française d'histoire des idées politiques, n. 15, 2002, 17-44, 135-182 (con il discorso di Fatio del 1707)
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 7.11.1662 ✝︎ 6.9.1707