de fr it

GiovanniTrevano

prima del 1604 a Lugano, tra il 1641 e il 1645 (1644?) a Cracovia, catt., di Lugano. Architetto attestato in Polonia dal 1604, fu attivo principalmente per re Sigismondo III e Marcin Szyszkowski, vescovo di Cracovia. Nel 1607 è cit. come supervisore delle costruzioni regie, nel 1613 come agrimensore e nel 1616 come architetto. Negli anni 1613-19 a Cracovia diresse i lavori della chiesa gesuita dei SS. Pietro e Paolo, iniziata nel 1597 e condotta a termine su un progetto di Matteo Castelli (dopo il 1613) ispirato a coevi modelli romani. Progettò la tomba di Szyszkowski (1629-30) nella cattedrale di Cracovia, dove gli è stato attribuito anche il baldacchino di S. Stanislao (1626-29), probabilmente da assegnare al Castelli. Figura minore nell'ambito dell'architettura barocca polacca, lavorò in alcuni dei principali cantieri dell'epoca legati al Castelli.

Riferimenti bibliografici

  • The Dictionary of Art, 31, 1996, 312
  • M. Karpowicz, Artisti ticinesi in Polonia nella prima metà del '600, 2002, 22-28
  • M. Karpowicz, Matteo Castello, 2003, spec. 93-108
Scheda informativa
Variante/i
Giovanni Trevani
Dati biografici ∗︎ prima del 1604 ✝︎ tra il 1641 e il 1645 (1644?)