de fr it

AngioloCabrini

1.3.1869 Codogno (Lombardia), 7.5.1937 Roma, cittadino it. Cofondatore del partito socialista it. (1892), C. si rifugiò nel Ticino nel 1894 per sfuggire alla repressione del governo Crispi; dal 1895 insegnò al ginnasio di Mendrisio. Collaborò ai giornali Gazzetta Ticinese, Idea moderna e, dal 1896, all'Eco dell'Operaio (più tardi Il Socialista), organo dell'Unione socialista di lingua it. in Svizzera, e organizzò il movimento operaio it. in Svizzera. Tornato in Italia nel 1897, nel maggio del 1898 dovette nuovamente fuggire nel Ticino, dove rimase fino al 1900. Durante il congresso zurighese dell'Unione socialista (maggio 1900) sostenne gli sforzi di Giacinto Menotti Serrati per trasformare l'Unione in partito socialista it. in Svizzera. Rientrato in Italia, dove fu deputato alla Camera, C. continuò a interessarsi dei lavoratori it. all'estero.

Riferimenti bibliografici

  • DBI, 15, 731-736
  • F. Andreucci, T. Detti (a cura di), Il movimento operaio italiano: diz. biografico 1853-1943, 1, 1975
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1.3.1869 ✝︎ 7.5.1937