de fr it

HenriMoser-Charlottenfels

13.5.1844 San Pietroburgo, 15.7.1923 Vevey, rif., di Sciaffusa e Neuhausen am Rheinfall, cittadino onorario di Berna (1914). Figlio di Heinrich (->) e di Charlotte Mayu. Fratellastro di Fanny (->) e di Mentona (->). (1887) Marguerite Schoch, sua nipote, figlia di Arnold, banchiere. Giunto in Svizzera nel 1848, trascorse l'infanzia tra Sciaffusa e il castello di Charlottenfels (com. Neuhausen am Rheinfall). Seguì lezioni private e frequentò collegi in Svizzera franc. Dal 1868 compì numerosi e prolungati soggiorni in Asia centrale. Avventuriero, speculatore, esploratore e ricercatore, iniziò ad accumulare oggetti d'arte ed etnografici, oltre ad armi provenienti da quest'area. Nel 1876 organizzò a Sciaffusa la prima mostra della sua collezione, che presentò in seguito in diverse città sviz. e nel resto d'Europa, tra l'altro a Stoccarda (1888) e Parigi (1891 e 1893). Commissario generale della Bosnia-Erzegovina (1893), fu responsabile dell'allestimento dei padiglioni bosniaci alle Esposizioni universali di Bruxelles (1897) e di Parigi (1900). Autore dei racconti di viaggio A travers l'Asie centrale (1886, edizione ted. del 1888) e L'Orient inédit: à travers la Bosnie et l'Herzégovine (1895), donò nel 1914 la sua collezione orientale al Museo storico di Berna (mostra permanente dal 1922). Nello stesso anno l'Univ. di Berna gli conferì il dottorato h.c.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo e collez. etnografica presso BHM
  • R. N. Balsiger, E. J. Kläy, Bei Schah, Emir und Khan, 1992 (con bibl.)
Link
Altri link
fotoCH
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Henri Moser (nome alla nascita)
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 13.5.1844 ✝︎ 15.7.1923

Suggerimento di citazione

Hauptman, William: "Moser-Charlottenfels, Henri", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 12.01.2011(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027752/2011-01-12/, consultato il 18.09.2021.