de fr it

Jules-AmiCourvoisier

"Per la libertà del lavoro (articolo 41), il 17 febbraio votate Sì". Manifesto realizzato dall'artista in vista della votazione del 17.2.1924 riguardante la modifica della legge federale sulle fabbriche (Bibliothèque de Genève).
"Per la libertà del lavoro (articolo 41), il 17 febbraio votate Sì". Manifesto realizzato dall'artista in vista della votazione del 17.2.1924 riguardante la modifica della legge federale sulle fabbriche (Bibliothèque de Genève).

23.5.1884 La Chaux-de-Fonds, 11.9.1936 Ginevra, di La Chaux-de-Fonds. Figlio di Louis-Henri, commerciante-orologiaio, e di Rose-Mathilde Guinand. Jeanne-Laure Du Bois. Fu allievo di Charles L'Eplattenier. Dopo aver soggiornato a Monaco (1902-06), studiò a Parigi (1906-09), frequentando gli atelier di Jacques-Emile Blanche, Eugène Grasset e del pittore su vetro Carot. C. si stabilì a Les Brenets (1909), in seguito a Ginevra (1912). Fu uno dei principali cartellonisti sviz. dell'epoca e raffigurò tutti gli ambiti: commerciale, culturale, sociale e politico. Eseguì inoltre paesaggi del Giura, ritratti, vetrate per numerose chiese del cant. Neuchâtel, illustrazioni e litografie a carattere patriottico. Realizzò una serie di francobolli per la Pro Juventute (1933-36). Fu pres. del Circolo delle arti e delle lettere di Ginevra (1929-31).

Riferimenti bibliografici

  • Exposition J. Courvoisier, cat. mostra Ginevra, 1937
  • J.-C. Giroud, J. Courvoisier (1884-1936): les affiches, 1996
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 23.5.1884 ✝︎ 11.9.1936