de fr it

OttoErnst

Manifesto realizzato da Otto Ernst per i campionati del mondo di ciclismo a Zurigo nel 1923 (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).
Manifesto realizzato da Otto Ernst per i campionati del mondo di ciclismo a Zurigo nel 1923 (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).

25.11.1884 Veltheim (AG), 7.5.1967 Aarau, riformato, di Kölliken e Aarau. Figlio di Rudolf. Dopo un apprendistato di grafico e un soggiorno di studio di sei mesi a Firenze, frequentò diverse Accademie parigine (1906-1907). Nel 1910 ritornò a Parigi dopo una lunga assenza e diventò allievo di Eugène Grasset all'Accademia della Grande Chaumière, dove conobbe Théophile Alexandre Steinlen. A Parigi assistette all'affermarsi del fauvismo e ai primi sviluppi del cubismo. In seguito visse fino al 1918 a Oberentfelden, poi ad Aarau. All'impiego fisso nell'azienda grafica Trüb accompagnò l'attività di pittore e grafico. Dal 1945 intraprese come artista indipendente numerosi viaggi in Europa e in Marocco. Otto Ernst dipinse soprattutto paesaggi ad olio e all'acquerello, a volte anche nature morte, specialmente di fiori, più raramente ritratti. Realizzò inoltre numerosi manifesti pubblicitari per lo più in stile figurativo. Molte sue opere si trovano nell'Aargauer Kunsthaus ad Aarau.

Riferimenti bibliografici

  • Künstler-Lexikon der Schweiz XX. Jahrhundert, 1, 1983, 274-275
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.11.1884 ✝︎ 7.5.1967

Suggerimento di citazione

Thaler, Kurt: "Ernst, Otto", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.03.2020(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027859/2020-03-03/, consultato il 26.11.2020.