de fr it

Assis

Le due facce di un assis di Basilea, 1663 (Münzkabinett der Stadt Winterthur, Inv. S 847; fotografia Manuela Gygax).
Le due facce di un assis di Basilea, 1663 (Münzkabinett der Stadt Winterthur, Inv. S 847; fotografia Manuela Gygax).

Piccola unità monetaria in biglione (Monete), coniata dal XVI al XVIII sec. a Strasburgo come frazione del Grosso (ted. Groschen). A Basilea, durante la guerra dei Trent'anni fu coniata sotto forma di assis duplex (doppio), poi, tra il 1663 e il 1708, di assis simplex (semplice). Nel 1728 Obvaldo imitò fraudolentemente il tipo dell'ultima emissione basilese; nel XVIII sec. Zugo coniò regolarmente il sesto di assis, equivalente all'Angster.

Link

Suggerimento di citazione

Frédéric Dubuis, Olivier: "Assis", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.10.2001(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027879/2001-10-21/, consultato il 11.04.2021.