de fr it

PietroMalvestiti

26.6.1899 Apiro (Marche), 5.11.1964 Milano, catt., di Apiro. Ragioniere, fu impiegato presso la Banca Popolare di Milano. Molto attivo nella propaganda religiosa, contestò il fascismo dando vita con altri al Movimento guelfo d'azione (arresto nel 1933). Partecipò all'elaborazione della piattaforma programmatica che portò alla nascita in Italia della Democrazia Cristiana (1942). Dopo l'8.9.1943 si rifugiò a Lugano, collaborando al quotidiano Popolo e Libertà e al suo supplemento Libertà!. Nell'autunno del 1944 fu ministro delle finanze della Repubblica dell'Ossola; dopo la sua caduta si rifugiò di nuovo nel Ticino. Tornato in Italia, dopo la Liberazione ebbe incarichi di sottosegr. e ministro in vari governi; fu pure vicepres. della commissione della CEE (1958-59).

Riferimenti bibliografici

  • R. Broggini, I rifugiati italiani in Svizzera e il foglio Libertà!, 1979
  • DBI, 68, 305-309
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Piero Malvestiti
Dati biografici ∗︎ 26.6.1899 ✝︎ 5.11.1964

Suggerimento di citazione

Cerutti, Mauro: "Malvestiti, Pietro", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 01.10.2007. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/027920/2007-10-01/, consultato il 28.11.2020.