de fr it

ElisabethGerter

15.6.1895 Gossau (SG), 28.8.1955 Riehen, rif., di Röthenbach im Emmental. Settima di dieci figli di Johannes Hartmann, postino, e di Rosina Luchsinger. 1) (1921) Karl August Müller, orologiaio e poeta (divorzio nel 1930); 2) (1932) Karl Aegerter. Frequentò le scuole a Gossau. Ricamatrice nell'industria del ricamo, seguì la formazione di crocerossina. Lavorò per alcuni anni come infermiera in ospedali e presso privati, all'estero e in Svizzera. Dal 1923 pubblicò racconti su diverse riviste, oltre a svolgere attività di traduttrice e giornalista. Il suo primo romanzo, Schwester Lisa (1934), rivela tratti autobiografici nella rappresentazione di una infermiera costretta al sacrificio di sé. Nella seconda pubblicazione, Die Sticker (1938, nuova edizione 2003), considerata il primo "romanzo industriale sviz.", G. rappresentò in maniera realistica le difficoltà delle operaie e degli operai di fabbrica e a domicilio nell'industria tessile della Svizzera orientale, mettendo in evidenza gli strumenti della lotta sindacale. Membro del partito comunista dal 1928 e del partito socialista di Basilea dal 1942, lottò per il diritto di voto delle donne. Fece parte dell'Ass. degli scrittori della Svizzera e del PEN Club, oltre che del comitato direttivo dell'Ass. degli scrittori di Basilea. Solo alla fine del decennio 1970-80, con la riedizione delle sue opere, ottenne un vasto riconoscimento come autrice impegnata nella critica sociale.

Riferimenti bibliografici

  • Diz. delle letterature svizzere, 1991, 155
  • S. Kubli, D. Stump (a cura di), Viel Köpfe, viel Sinn, 1994
  • M. Bosch, Bohème am Bodensee, 1997, 521-526
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 15.6.1895 ✝︎ 28.8.1955