de fr it

Michail ConstantinovicElpidin

23.9.1835 Nikolskoie (governatorato di Kazan, Russia), 17.2.1908 Carouge (GE), cittadino russo, dal 1876 cittadino di Ginevra. Figlio di un diacono. Imprigionato nel 1863 per diffusione di volantini rivoluzionari, E. fuggì all'estero nel 1865, stabilendosi a Ginevra. Fu membro della sezione ginevrina della prima Internazionale e in un primo momento fece parte della cosiddetta giovane emigrazione, che ruotava attorno alla figura di Aleksandr Aleksandrovic Serno-Solovievic e ai seguaci di Michail Bakunin, pur non appartenendo ad alcuna corrente politica. La tipografia di E. (1866-73), la sua casa editrice (fondata nel 1873, dal 1879 casa editrice e libreria Librairie russe M. Elpidine) e la sua biblioteca con prestito (fondata nel 1881) erano aperte a tutti gli oppositori dello zarismo. E. partecipò alla stampa e all'edizione delle riviste Narodnoje delo (La cause du peuple, 1868-69), Obschtscheje delo (La cause générale, 1877-90) e Obschtschina (La commune, 1878). La casa editrice pubblicò 180 titoli, tra cui opere letterarie proibite in Russia e letteratura occidentale sulla Russia. Negli anni 1880-90 E. ebbe contatti con la polizia politica ginevrina, e tra il 1887 e il 1900 con agenti della polizia segreta russa.

Riferimenti bibliografici

  • L. Mysyrowicz, «Agents secrets tsaristes et révolutionnaires russes à Genève 1879-1903», in RSS, 23, 1973, 29-72
  • L. Mysyrowicz, Editions et imprimeries "révolutionnaires russes" à Genève (1865-1917), 1978
  • A. E. Senn, «M. K. Elpidin: revolutionary publisher», in Russian review, 41, 1982, 11-23
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 23.9.1835 ✝︎ 17.2.1908

Suggerimento di citazione

Bankowski-Züllig, Monika: "Elpidin, Michail Constantinovic", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.09.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028366/2014-09-03/, consultato il 26.11.2020.