de fr it

GustaveLefrançais

30.1.1826 Angers, 16.5.1901 . Insegnante laico e socialista, fu sollevato dall'incarico nel 1847 e condannato a più riprese dopo il 1848. Rifugiatosi a Londra dopo il colpo di Stato del 1851, aprì un ristorante cooperativo. Nel 1853 tornò a Parigi, dove divenne un oratore molto popolare, sostenitore della proprietà collettiva e dell'unione libera. Durante l'assedio di Parigi, venne incarcerato per quattro mesi per sommossa. Eletto alla Comune il 26.3.1871, partecipò agli scontri della cosiddetta settimana di sangue. Rifugiatosi a Ginevra, il 6.9.1871 prese parte alla creazione della sezione di propaganda e azione rivoluzionaria-socialista, composta principalmente da proscritti franc. Cofondatore della Fédération jurassienne a Sonvilier (novembre 1871) e dell'Internazionale federalista e antiautoritaria a Saint-Imier (15-16.9.1872), collaborò con alcuni giornali e a diverse pubblicazioni del movimento. Tornato in Francia nel 1887, continuò a professare le sue idee libertarie.

Riferimenti bibliografici

  • Souvenirs d'un révolutionnaire, 1902 (19722)
  • in collaborazione con A. Arnould, Souvenirs de deux communards réfugiés à Genève, 1871-1873, a cura di M. Vuilleumier, 1987
  • DBMOF, 2, 475-477
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 30.1.1826 ✝︎ 16.5.1901

Suggerimento di citazione

Kohler, François: "Lefrançais, Gustave", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.10.2012(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028409/2012-10-30/, consultato il 17.05.2021.