de fr it

EliséeReclus

15.3.1830 Sainte-Foy-la-Grande (Aquitania), 4.7.1905 Thourout (Belgio), prot., poi senza confessione, cittadino franc. Figlio di Jacques, pastore prot., e di Zéline Trigant. 1) (1858) Clarisse Brian; 2) (1870) Fanny L'Herminez; 3) (1875) Ermance Gonini. Dopo studi di teol. (dal 1848) a Montauban e Berlino, frequentò i corsi di geografia di Carl Ritter a Berlino (1851). Dopo soggiorni in Gran Bretagna, Irlanda, Stati Uniti e Colombia (1852-57), fu attivo a Parigi come geografo e pubblicista (dal 1857). A causa della sua partecipazione alla Comune parigina nel 1872 fu esiliato e si rifugiò in Svizzera, dove ebbe contatti con Michail Bakunin, Pëtr Kropotkin e la Fédération jurassienne. Soggiornò a Lugano, Vevey e soprattutto a Clarens; fino al rientro in Francia nel 1890 redasse la maggior parte della sua Nuova geografia universale in 19 volumi (1876-94). Dal 1894 al 1905 fu professore di geografia presso l'Université nouvelle di Bruxelles, di cui fu anche cofondatore. La sua influenza quale autore di opere geografiche e pensatore con una visione anticonformista del mondo contribuì all'affermazione della geografia come disciplina scientifica nella Svizzera franc.

Riferimenti bibliografici

  • G. S. Dunbar, E. Reclus, 1978 (con elenco delle op.)
  • P. Jud, E. Reclus und Charles Perron, Schöpfer der "Nouvelle géographie universelle", 1987
  • M. Rossier-Menthonnex, «E. Reclus, géographe», in Vibiscum, 9, 2002, 75-113
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 15.3.1830 ✝︎ 4.7.1905

Suggerimento di citazione

Jud, Peter: "Reclus, Elisée", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.08.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028424/2010-08-03/, consultato il 21.10.2020.