de fr it

KarolMikoszewski

25.11.1831 o 18.1.1832 Varsavia, 3.10.1886 Budapest, catt., cittadino polacco. Figlio di un ex capitano dell'esercito polacco. Sacerdote, fu attivo nel movimento nazionale polacco già prima dell'insurrezione del 1863. Membro del governo nazionale provvisorio, emigrò nel settembre del 1863. In Francia fu redattore del periodico popolare Braterstwo ("fraternità", 1864-65), stampato a Bendlikon (com. Kilchberg, ZH). Nel 1869 si stabilì a Ginevra, dove entrò in contatto con la Lega intern. della pace e della libertà. Lo stesso anno pubblicò un opuscolo intitolato La réforme de l'Eglise comme une source de la paix du monde, nel quale proponeva in particolare la separazione tra Chiesa e Stato. Nel 1872 diede alle stampe La Pologne et la Russie dans la Slavie, in cui postulava la riconciliazione tra i due Paesi. Tornato in Polonia nel 1873 con l'autorizzazione dei Russi, fu comunque deportato a Ostrogorsk (oggi Ucraina) fino al 1885.

Riferimenti bibliografici

  • R. Bender, «L'Abbé K. Mikoszewski en Suisse 1869-1873», in Fakten und Fabeln, a cura di M. Bankowski et al., 1991, 263-274
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.11.1831 o 18.1.1832 ✝︎ 3.10.1886

Suggerimento di citazione

Florkowska-Frančić, Halina: "Mikoszewski, Karol", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.09.2009(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028483/2009-09-29/, consultato il 23.11.2020.