de fr it

Charles-HervéAlphand

17.6.1879 Parigi,16.9.1942 Marmande, cittadino francese. Figlio di Charles Marie Lodoïs Alphand, responsabile degli espropri presso la Compagnie des chemins de fer de l'Ouest, e di Marie Euphrasie Clotilde nata Faye.  (1906) Jeanne Margerin de Crémont. Capo di gabinetto del ministro degli affari esteri Edouard Herriot, Charles-Hervé Alphand fece parte della delegazione francese alla Conferenza mondiale sul disarmo a Ginevra e a quella di Losanna sulle riparazioni dei danni di guerra (1932). Fu ambasciatore di Francia a Mosca (1933-1936) e, dall'11 dicembre 1936 (lettere di accreditamento) al 3 giugno 1940 (lettere di richiamo), a Berna. Si impegnò con discrezione per il ritorno della Svizzera alla neutralità integrale nell'ambito della Società delle Nazioni (1938). Intervenendo alla giornata ufficiale del Tiro federale di Lucerna del 1939, espresse l'appoggio del corpo diplomatico alla neutralità, considerata una necessità per l'Europa. Durante la sua permanenza a Berna seguì con attenzione l'evoluzione dell'opinione pubblica svizzera, sempre più ostile al Terzo Reich e favorevole alla Francia.

Riferimenti bibliografici

Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.6.1879 ✝︎ 16.9.1942

Suggerimento di citazione

Victor Monnier: "Alphand, Charles-Hervé", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 14.03.2023(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/028504/2023-03-14/, consultato il 29.02.2024.