de fr it

Johann Franz Anton vonOlry

3.3.1769 Andlau (Alsazia), 27.2.1863 Strasburgo, catt., di Andlau. Figlio di François, balivo di Andlau, e di Thérèse Scheck. Celibe. Studiò al collegio reale di Colmar e all'Univ. di Strasburgo. Si rifugiò in Svizzera a causa delle sue attività antirivoluzionarie. Al servizio dello Stato bavarese dal 1799 (Berlino, San Pietroburgo e Dresda), fu rappresentante diplomatico a Berna in veste di ministro residente (1807-27) e a Torino (1827-42). Incoraggiò la conversione al cattolicesimo di Karl Ludwig von Haller (1821) e durante l'esilio di quest'ultimo fu portavoce a Berna del comitato reazionario (la cosiddetta cricca di Olry e Haller), punto di riferimento degli ultras in Svizzera. Figura centrale del cattolicesimo conservatore, nel 1816 fu insignito del titolo di cavaliere.

Riferimenti bibliografici

  • Doc. personali presso Geheimes Staatsarchiv, Monaco
  • H. Raab, «J. F. von Olry und Karl Ludwig von Haller», in Festschrift für Max Spindler, a cura di D. Albrecht et al., 1969, 685-707
  • Deutsches Biographisches Archiv, 2, 1989-1993, scheda II 968, 67-69
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 3.3.1769 ✝︎ 27.2.1863
Classificazione
Politica (1790-1848)